Campionato Europeo Sportboat, a Chioggia la rassegna entra nel vivo

CHIOGGIA, 24 maggio – Grande fermento in queste ore a Chioggia dove entra nel vivo – dopo mesi di preparativi – il Campionato Europeo ORC Sportboat, manifestazione organizzata dal Circolo Velico Il Portodimare di Padova in collaborazione con L’Offhore Racing Congress e che riporta in città una manifestazione velica internazionale dopo 24 anni di assenza. Sono 46 gli equipaggi provenienti da Turchia, Olanda, Russia, Svizzera, Francia ed Italia si contenderanno nelle acque antistanti la spiaggia di Sottomarina.
Particolarmente affollate risultano essere le banchine di Darsena Le Saline, polo logistico della manifestazione e partner da anni del sodalizio padovano nell’organizzazione di eventi sportivi di alto livello. A poche ore dal via l’attività freme più che mai, tra stazze delle imbarcazioni e delle vele, vari, iscrizioni da regolarizzare e ritiro dei ricchi pacchi gara offerti a tutti i concorrenti da parte degli sponsor, in particolare le bellissime magliette tecniche di Montura vestiranno di colori sgargianti tutti i partecipanti.

La manifestazione, che entrerà nel vivo nella giornata di giovedì quando è prevista la cerimonia di apertura e l’inizio delle regate, si snoderà su quattro giornate e nove prove previste, con una regata costiera ed otto regate a bastone.

Già operativo dalle prime ore di questa mattina il campione di casaEnrico Zennaro che sarà al timone del Fat 26 Mind the Gap. Il timoniere chioggiotto, da quest’anno in forza al North West Garda Sailing, risponderà alle chiamate del tattico Karlo Hmeljack, olimpionico a Londra 2012 nella classe Laser. Lorenzo Bressani al timone del  C30Raptor.  Federica Salva’ con all’attivo ben due olimpiadi nella classe 470 , sarà la tattica del Blu Sail 24 Gio.Chi di Andrea Cittadini  con Alessio Marinelli al timone.  Arriva dalla TurchiaSukru Sanus sul Farr 25 Ruffles,  olimpionico ad Atlanta 1996 e vice Campione Europeo in carica, cercherà di migliorare il secondo piazzamento dello scorso anno.  Spirito Libero, il Protagonist 7.50 di Claudio Bazzoli sarà timonato dal giovane Davide Bianchini,che tra i titoli vanta quello di  campione italiano Ufo 22 .
“Questo team esiste dal 2012, ma alcuni di noi regatano insieme da molti anni” dice Vasilii Aleskeev l’armatore che con il team russo di Kvartet arriva da più lontano per tentare di conquistare il titolo Europeo  ” con Andrei Reshetov navighiamo insieme dal 1997, quando abbiamo vinto campionato Offshore russo in IOR 1/4 di classe T. Risultato che  abbiamo replicato quattro volte insieme e otto separatamente, nella stessa classe classe (IOR 1/4 T e ORC sportboat). Tra tutte le regate la più bella per noi è stata la Gotland Runt Race nel 2011, quando Andrey Reshetov con il suo yacht Leo , sistership di  Kvartet,  ha conquistato il primo posto , e noi su Kvartet, siamo arrivati secondi   in ORC classe B”.
” Possiamo ritenerci molto soddisfatti dai numeri e dalla qualità raggiunti dalla manifestazione ” commenta Gianfranco Frizzarinpresidente de Il Portodimare
” a questo punto no ci resta che sperare nel bel tempo”.

“Possiamo ritenerci molto soddisfatti dei numeri e della qualità raggiunti dalla manifestazione – commenta il presidente de Il Portodimare Gianfranco Frizzarin – non ci resta a questo punto che sperare nel bel tempo”.

“Questo team esiste dal 2012, ma alcuni di noi regatano insieme da molti anni” dice Vasilii Aleskeev l’armatore che con il team di Kvartet arriva da più lontano per tentare di conquistare il titolo Europeo ” con Andrei Reshetov navighiamo insieme dal 1997, quando abbiamo vinto campionato Offshore russo in IOR 1/4 di classe T. Risultato che abbiamo replicato quattro volte insieme e otto separatamente, nella stessa classe classe (IOR 1/4 T e ORC sportboat). Tra tutte le regate la più bella per noi è stata la Gotland Runt Race nel 2011, quando Andrey Reshetov con il suo yacht Leo , sistership di Kvartet, ha conquistato il primo posto , e noi su Kvartet, siamo arrivati secondi in ORC classe B”.

Numerosi i premi messi in palio dall’organizzazione che saranno assegnati al termine delle otto prove previste. Oltre ai titolo di Campione Europeo ORC Sportboat 2016, al Campione Europeo ORC Sportboat Corinthian ed ai primi di giornata, verranno infatti assegnati riconoscimenti ai primi 5 classificati della classifica generale assoluta, ai primi 3 della classifica Corinthian, al primo classificato in overall tra gli equipaggi non italiani e al vincitore del trofeo equipaggio più giovane, calcolato attraverso la media matematica degli anni, e se necessario mesi e giorni di età di tutto l’equipaggio a bordo. Sarà inoltre premiato il primo di ogni classe monotipo che si dovesse formare. Ai primi 5 overall, ai primi tre corinthian ed ai due premi speciali saranno assegnati 10 ambitissimi premi speciali offerti dal main sponsor Montura-the ergonomic equipage.

Il programma del Campionato Europeo Sportboat e la manifestazione stessa verrà illustrata a giornalisti ed operatori del settore nel corso di una conferenza stampa che si terrà mercoledì 25 maggio alle ore 18:30 presso la club house di Darsena Le Saline.

È possibile seguire il Campionato Europeo Sportboat 2016 anche attraverso la pagina ufficiale di Facebook e il profilo Twitter, costantemente aggiornati con notizie e curiosità.

Il Campionato Europeo Sportboat 2016 è organizzato dal Circolo Velico Il Portodimare e dall’Offshore Racing Congress, sotto l’autorità della Federazione Italiana Vela, dell’Unione Vela Altura Italiana e sotto l’autorità generale della World Sailing. La manifestazione, che gode del patrocinio del Comune di Chioggia e di quello di Padova può contare nel supporto dei partner Montura, Banca di Credito Cooperativo di Piove di Sacco, Società Servizi Territoriali di Chioggia Ingemar, Alilaguna, Pavan Group ed One Sail, mentre collaborano per la miglior riuscita dell’evento lo Yacht Club Padova, lo Yacht Club Vicenza, la sezione di Chioggia della Lega Navale Italiana, il Circolo della Vela Mestre, il Circolo Nautico Chioggia e la locale Pro Loco. Media partner della kermesse sarà il portale online velaveneta.it, mentre la partnership tecnica è affidata a Project Geosinertec e l’Istituto di Scienze Marine di Venezia del Consiglio Nazionale delle Ricerche.